Comunicazione e Marketing: costo o investimento?

Se Comunicazione e Marketing sono un costo o un investimento dipende, per prima cosa, dalla serietà d’approccio. Questo è il primo scoglio con il quale si scontra ogni marketers, perché molte realtà professionali e aziendali si affidano alla propria conoscenza per evitare costi di strumenti e consulenze professionali al fine di un risparmio, in questo caso fittizio, in quanto non viene calcolato sulla base del tempo perso in pratiche non proprie, sulla mancata esperienza e conoscenza del settore e sulla mancata conoscenza degli strumenti e della comunicazione da utilizzare.

Sulla base di un’esperienza ventennale, non è vero che non ci sono budget per le strategie di marketing, semplicemente spesso vengono destinate su azioni non pianificate, non valutate sulla base di obiettivi e risultati stabiliti, ecco che in questo modo, la perdita di denaro diventa un rischio assicurato.

Con un approccio di questo tipo, la scarsità di risultati è inevitabile e spesso porta a pensare: “…non funziona per la mia attività” raggiungendo il massimo del fallimento strategico. Inutile sottolineare che, in casi come questi, i budget seppur minimi o nulli, rendono ogni azione di Marketing e Comunicazione un costo e se consideriamo anche la reputation di nome e di brand che si mette in gioco, il “fai da te” potrebbe addirittura rivelarsi un danno per la propria immagine e il proprio business.

Comunicazione e Marketing sono un costo anche quando lavorano solo in funzione della visibilità. In questo caso, costo da mettere senz’altro a bilancio perché si sà, la visibilità, il posizionamento, il proprio nome e marchio riconosciuto sul proprio mercato di riferimento è di fondamentale importanza per la costruzione della strategia a seguire, quindi una spesa da non sottovalutare.

Ma quando comunicazione e marketing diventano investimento per professionisti e aziende?

comunicazione e marketing

L’investimento inizia quando la strategia di sviluppo diventa parte integrante dell’azienda e della professione, prevedendo ogni azione sulla base di un ritorno; quando marketing e comunicazione lavorano insieme per lo stesso scopo: aumento del fatturato, di contatti, di scontrino medio, di pedonabilità; quando insomma, si segue un vero piano di sviluppo strategico del proprio business. Quando l’approccio al marketing diventa imprenditoriale e per questo, una spalla forte su cui contare e non una spesa da poter scalare a fine anno.

Per ottenere questo, sono necessarie: misurabilità, ingaggio, raccolta dati, customer journey e profilazione che, per ottenerli, necessitano di un’immagine e una comunicazione che sappiano riportare al proprio pubblico esattamente la propria mission e vision di business unite all’esperienza sul campo e all’innovazione tecnologico-digitale a disposizione.

Ho già espresso più volte questi concetti e a tanti risulterà ripetitivo, ma se a distanza di tempo continuano a verificarsi le stesse problematiche allora vale il detto “repetita iuvant”. C’è bisogno di più attenzione, di più qualità e di più professionalità per crescere.

Siamo in un mercato veloce, che penalizza fortemente l’improvvisazione e chi non sa stare al passo con i tempi… non ci saranno prigionieri, se non si è in grado di cambiare, si sarà destinati all’estinzione. Questa, è una buona motivazione per combattere con gli strumenti e le strategie più efficaci.

E tu… come stai affrontando il mercato?

Roberta Voiglio
Brand & Communication Manager
Consulente Marketing Mobile Specialist

Lasciami il tuo commento

commenti

Print Friendly, PDF & Email

Roberta Voiglio

Brand & Communication Manager. Dal 1997 mi occupo di Comunicazione Corporate e Marketing Strategico #Bni Member Piemonte Sud

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInGoogle Plus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.