impresa digitale

Impresa digitale e covid: strategia vs gestione dell’emergenza.

Cosa intendo con strategia contro gestione dell’emergenza, per le imprese e attività che vogliono digitalizzare i loro processi e la loro comunicazione?

E’ come parlare della differenza tra tattica e strategia: la tattica è l’azione isolata o serie di azioni isolate che mirano al raggiungimento di un’obiettivo a breve termine; la strategia è un piano d’azione di lungo termine usato per impostare e successivamente coordinare le azioni tese al raggiungimento di uno scopo predeterminato.

Facciamo un esempio:

Se il mio obiettivo è dimagrire per la prova costume e prendo questa decisione nel mese di giugno, perchè inizia la stagione estiva e la fisicità si mette più in evidenza, mi trovo in una condizione di emergenza.

Per porre rimedio ad una mia necessità devo mettere in atto una tattica che possa permettermi di raggiungere il mio scopo velocemente.

E’ possibile ottenere risultati in poco tempo?
Certamente si!

Nel caso specifico, basta una delle tante diete lampo, che ti fanno dimenticare di avere uno “stomaco”… soprattutto, un corpo da mantenere in salute.

Basta ammazzarsi di sport… e a volte, in mancanza di allenamento, il termine “ammazzarsi” funziona sul serio.

Basta qualche seduta da chi svuota il portafoglio con prodotti miracolosi come soluzione pagliativa.

Tuttavia, tutto dipende da quali risultati veramente vogliamo ottenere perchè è chiaro il fatto che chi vuole dimagrire sul serio, non si accontenta di poter sfoggiare il costume ad agosto per poi vedere vanificati tutti i suoi sforzi.

Ritrovarsi nuovamente con lo stesso problema, spesso con gli interessi, è frustrante ed è il motivo principale della delusione e della demotivazione nei confronti di ogni percorso serio di dimagrimento. Per questo motivo, vanno valutati tutti i contro di una tattica che non tiene conto di una strategia pianificata e di quanto questa, sia la sola ed unica strada non solo per ottenere i risultati ma per il loro mantenimento nel tempo.

La strategia da valutare è quella che ci porta a pianificare un obiettivo a medio lungo periodo e di agire mediante azioni che passo passo, ci accompagnano al risultato finale, passando da micro obiettivi definiti durante il percorso.

Per esempio: l’obiettivo a lungo termine potrebbe essere perdere 10 chili in un anno e la strategia quella che prevede la perdita di un chilo al mese come micro obiettivo. 

Per fare goal, bisogna mettere in campo: consulenza professionale, analisi preventiva, motivazione, determinazione, costanza, sacrificio e forza di volontà, unite ai veicoli necessari: regime alimentare e attività fisica.

Anche nel marketing e nella comunicazione, ciò che può davvero funzionare per far crescere il proprio business, è frutto esclusivo di una strategia basata su una serie di tattiche di percorso ben stabilite e date esclusivamente da quello che è l’obiettivo finale.

Perchè anche nei confronti del marketing, spesso si preferisce correre ai ripari o credere che ci sia qualcosa di “miracoloso” che possa portare clienti e vendere senza passare dalla consulenza professionale, analisi preventiva, motivazione, determinazione, costanza, sacrificio e volontà, unite a strumenti e metodi necessari?

La risposta è perchè solitamente procrastiniamo e siamo più portati a prendere decisioni in momenti di emergenza, per sopperire, per porre rimedio e per necessità. Questo fa sì che sovente, le decisioni non sono efficaci e rimangono pagliative nei confronti di obiettivi che invece vorrebbero pianificazione temporale, cambio di abitudini e forma mentis.

Ed ecco il motivo per il quale ritengo che proprio in momenti come questi, dove la pandemia da covid-19 ha messo in ginocchio non solo un sistema economico, ma ha stravolto l’intero modus operandi di tutte le attività (chi più, chi meno) diventa necessario, prendere il tempo per una consulenza che possa mettere in piedi la strategia giusta e quel piano che possa portare le attività e le professioni, non alla prova costume, ma verso un vero percorso di crescita e cambiamento efficace nel tempo.

Perchè un check up digitale è il primo passo della ripartenza?

Perchè in questo periodo ho visto correre ai ripari attività spesso nel peggiore dei modi, senza la necessaria consapevolezza di portare il marketing e il digitale all’interno della propria attività come asset

Un’emergenza si gestisce con delle tattiche, diventare impresa digitale prevede invece una strategia… e non si diventa digitali aprendo un e-commerce ma cambiando mentalità di approccio al mercato ormai profondamente cambiato.

Alla prossima

Non puoi essere visto, finché non impari a vedere” Seth Godin 

Qui, il tuo check up digitale gratuito


Roberta Voiglio
Marketing Manager & Digital Coach
www.robertavoiglio.it

Lasciami il tuo commento

commenti

Print Friendly, PDF & Email

Roberta Voiglio

Brand & Communication Manager. Dal 1997 mi occupo di Comunicazione Corporate e Marketing Strategico #Bni Member Piemonte Sud

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInGoogle Plus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.