“Non dico cose a caso”

parlare

Quando si dice “il dono della parola”…

Non è imparare o poter parlare, quanto arrivare a capire la potenza devastante di ciò che si dice. E quanto il come e il cosa si comunica abbiano un peso fondamentale per ogni tipo di rapporto.

In ambito professionale, il potere della trattativa, il successo di una vendita e l’autorevolezza d’immagine derivano sempre dalla capacità di parlare nella maniera giusta.

“prenditi la responsabilità di ciò che dici”…

Le parole non sono uno scherzo. Sanno essere fiore o pugnale a seconda dell’utilizzo e a stabilirlo, siamo esclusivamente noi.

Ecco la responsabilità!

Più sottili e subdole delle “azioni”, le parole ti prendono e ti risucchiano nel vortice per trascinarti ovunque… non puoi prepararti, sei in loro balia. E quanto più impariamo a pesarle, tanto più impariamo a gestire i rapporti.

Prendersi la responsabilità di ciò che si dice in ambito professionale si intende, la capacità di parlare autenticamente. E’ finita l’era della manipolazione “mentale” per otterere il proprio scopo, se non si è autentici e il più trasparenti possibile non si ha la possibilità di sviluppare una rete di relazioni professionali durature e oggi si sa, il marketing, è prima di tutto RELAZIONE.

Questo porta ad un doppio potere:

  • la riflessione mantiene lucido il nostro comportamento emozionale
  • saper gestire le emozioni dell’interlocutore evita l’imprevedibilità causata dall’impulso

Il “dono della parola” è un potere forte, da gestire con sensibilità e rispetto, perchè da questo dipende lo stato d’animo e la condizione di chi abbiamo difronte.

Per le parole, ho visto ferite inflitte e mai rimarginate… occhi brillare di felicità… cuori spezzati per la delusione… sorrisi smaglianti per il divertimento… occasioni perse per non essersi “venduti” al meglio… gente crescere per l’incoraggiamento ricevuto…

E se non troviamo quelle giuste, contiamo fino a dieci, il tempo e il pensiero sono nostri alleati. Alle parole la gente crede, segnano destini e caratteri, ecco perchè #nondicocoseacaso… tutto parte da qui, dal “dono della parola”.

Oh, se dopo il dieci siete ancora in alto mare… chiamatemi! 😉

Print Friendly, PDF & Email